10 Apr 2018 - 15 Apr 2018
di Mario Diament
traduzione, adattamento e regia Andrée Ruth Shammah
traduzione dallo spagnolo Maddalena Cazzaniga
con Gioele Dix - Laura Marinoni, Elia Schilton - Sara Bertelà, Roberta Lanave
scene Gian Maurizio Fercioni
costumi Nicoletta Ceccolini
luci Camilla Piccioni
musiche Michele Tadini
produzione Teatro Franco Parenti
in coproduzione con Fondazione Teatro della Toscana
foto di scena Luca Del Pia
Orari 20.45, domenica ore 15.45

Lo spettacolo ha una durata di un'ora e 50 minuti, atto unico.
Prezzi Intero
Platea 34€ - Palco 26€ - Galleria 18€

Ridotto Over 60
Platea 30€ - Palco 22€ - Galleria 16€

Ridotto Under 26
Platea 22€ - Palco 17€ - Galleria 13€

Ridotto Soci Unicoop Firenze
Platea 26€ - Palco 19€ - Galleria 14€

(Appuntamento al buio)

Un sorprendente girotondo di destini

Dopo quattro stagioni di tournée con il Malato Immaginario Andrée Ruth Shammah dirige Gioele Dix – Laura Marinoni, Elia Schilton – Sara Bertelà, Roberta Lanave in Cita a ciegas (Appuntamento al buio) di Mario Diament.
Una produzione Teatro Franco Parenti e Fondazione Teatro della Toscana.

Trama

La storia di Cita a ciegas (Appuntamento al buio) parla di un uomo cieco seduto su una panchina di un parco a Buenos Aires. È un famoso scrittore e filosofo, ispirato all’autore argentino Jorge Luis Borges, che è solito godersi l’aria mattutina. Quella mattina, la sua meditazione viene interrotta da un uomo…

Comincia così una serie di incontri apparentemente casuali, appassionati, poetici, uno brutalmente violento, fatti di conversazioni a prima vista sconnesse, che svelano legami sempre più inquietanti, misteriosi e anche inaspettatamente divertenti.

MARIO DIAMENT

Drammaturgo, saggista, romanziere, traduttore e sceneggiatore.

Nato a Buenos Aires nel ’42, vive a New York e in Israele e si stabilizza a Miami dove insegna Giornalismo e Comunicazione.

Tiene una rubrica settimanale sul quotidiano argentino La Naciòn.

Vince diversi premi per le sue opere teatrali e lavora per importanti quotidiani come La Opiniòn, El Cronista, Expreso, Clarín e il Nuevo Herald di Miami.