LA COSCIENZA DI ZENO

Giuseppe Pambieri
14 Gen 2014 - 19 Gen 2014
di Tullio Kezich dal romanzo di Italo Svevo
Con Nino Bignamini, Giancarlo Condé
e con (in ordine alfabetico) Silvia Altrui, Livia Cascarano, Guenda Goria, Marta Ossoli, Antonia Renzella, Raffaele Sinkovic, Anna Paola Vellaccio, Francesco Wolf
Scene Lorenzo Cutùli
Costumi Carla Ricotti
Musiche Giancarlo Chiaramello
Regia Maurizio Scaparro
Produzione Teatro Carcano di Milano
Orari da martedì a sabato: 20.45; domenica: 15.45

Sullo sfondo di una Trieste cosmopolita e mercantile ma anche crogiolo culturale della mitteleuropa tra la fine della Belle Epoque e la Prima guerra mondiale, si svolge la vicenda di Zeno Cosini, che, partendo da una seduta psicanalitica, evoca i momenti salienti della sua vita (la morte del padre, l’amore non ricambiato per una fanciulla, il matrimonio di ripiego con una sorella di lei, la rivalità con il cognato Guido – che muore suicida – la relazione extraconiugale con Carla). Fragile e inadeguato di fronte ai cambiamenti della società, pieno di tic e di nevrosi, si dichiara “malato”, ma la sua malattia è tutta di origine psicologica. Di fronte alla vita Zeno riesce però sempre a mantenere un atteggiamento ironico e distaccato (“La vita non è né brutta né bella, ma è originale”) che gli permetterà di capirla meglio e, quindi, di crescere.

MERCOLEDì 15 GENNAIO ORE 17.30

Giuseppe Pambieri incontra il pubblico

Ingresso libero