L’anno del pensiero magico

Anna Bonaiuto
6 Mag 2013
tratto dal bestseller di Joan Didion
Regia Giancarlo Cauteruccio
Quando:
06/05/2013 - 20:45–21:45
2013-05-06T20:45:00+02:00
2013-05-06T21:45:00+02:00

Monologo teatrale di Joan Didion (tratto dalle sue memorie)
Traduzione di Alessandra Serra
Mise en espace a cura di Giancarlo Cauteruccio
Interpretazione di Anna Bonaiuto

Evento patrocinato dal Comune di Firenze.

Un monologo teatrale che affronta il tema della perdita di una persona cara, tratto dal bestseller di Joan Didion, ed interpretato dall’attrice Anna Buonaiuto, con regia di Giancarlo Cauteruccio.

Sola in proscenio per oltre un’ora, l’attrice Anna Bonaiuto diventa testimone privilegiata nel ripercorrere la storia di Joan Didion, raccontando l’anno di profondo cambiamento trascorso dall’autrice dopo la perdita improvvisa del marito, John, e durante la malattia della figlia Quintana.
L’anno del Pensiero Magico è la storia di una donna forte, che con parole dure ma semplici racconta gli eventi che hanno sconvolto la sua vita, e lo fa attraverso il pensiero magico, uno scudo emotivo che le impedisce di cedere alla tragica realtà della morte del marito; è un’esperienza che parla di dolore, di perdita, ma anche di amore, di speranza e di vita: è una riflessione che può aiutare tutti, specialmente coloro che soffrono per la perdita di una persona cara.

La Fondazione FILE, ente che da oltre dieci anni offre sostegno nell’ambito dell’elaborazione del lutto, grazie all’aiuto della Compagnia Teatro Studio Krypton, ha deciso di dare al pubblico fiorentino (e non) la possibilità di conoscere la storia di questa donna, nel tentativo di avvicinare la popolazione al tema difficile e doloroso della perdita.

Per informazioni e prenotazioni:
Fondazione FILE
Via San Niccolò 1 – Firenze
055.2001212 – file@leniterapia.it  – www.leniterapia.it

Boxoffice:

Via delle Vecchie Carceri 1 Firenze
055.210804 – info@boxofficetoscana.it  – www.boxofficetoscana.it

Tipologie di biglietto
25 euro: platea e primo ordine di palchi
15 euro: secondo e terzo ordine di palchi e galleria

I fondi raccolti contribuiranno a finanziare FILE, Fondazione Italiana di Leniterapia Onlus, ente non profit che svolge un compito molto delicato: aiutare i malati alla fine della vita a non soffrire, assicurando loro la dignità di vivere serenamente l’ultimo periodo della vita e affiancando le famiglie nel difficile percorso di elaborazione delle loro perdite.