28 Mar 2022
Ferzan Ozpetek
uno spettacolo di e con Ferzan Ozpetek
produzione Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo
ritratto Riccardo Ghilardi
foto di scena Filippo Manzini
durata un'ora e 20 minuti circa, atto unico


Orari 28 mar 2022 ore 20.45
Prezzi Intero 15€

Ridotto (Over 60, Under 30, Soci Unicoop Firenze, Abbonati Teatro della Toscana) 12€
Quando:
28/03/2022 - 20:45–21:45
2022-03-28T20:45:00+02:00
2022-03-28T21:45:00+02:00

Sono ia!

Ferzan Ozpetek torna al Teatro della Pergola con il suo one man show Ferzaneide – Sono ia!
È l’occasione speciale per ascoltare e vedere dal vivo uno dei registi più amati in Italia e scoprire quelle che erano delle intuizioni emerse dai suoi film: la generosità di dettagli e la libertà di pensiero non comune. Un viaggio sentimentale attraverso il racconto dei suoi ricordi, delle suggestioni e delle figure umane che hanno ispirato molte delle sue pellicole.

Ozpetek, infatti, racconta la sua carriera, ma anche i sentimenti più importanti della sua vita: l’amore, l’amicizia, lo stupore davanti al bello e la voglia di essere felice, in tutti quei gesti e luoghi illuminati dalla passione. Questa volta sul palco c’è lui, lui solo a incontrare il pubblico con il racconto della sua avventura artistica e del sentimento per la vita, la sua e quella degli altri.

Sincero, scherzoso, pronto a spaziare con la mente da Istanbul a Roma, il regista si mette in gioco fino in fondo tra pubblico e privato, emozionando e divertendo, con coraggio. Negli anni ha sposato molte cause all’insegna del coraggio. Forse in questa parola è racchiuso il senso di Ferzaneide. Il coraggio di inseguire i propri sogni. Il coraggio di sfidare i pregiudizi. Il coraggio di essere felici. Il risultato: uno spettacolo.

Note

Ferzaneide è un viaggio sentimentale attraverso il racconto dei miei ricordi, delle suggestioni e delle figure umane che hanno ispirato molti dei miei film. Vorrei parlare alle persone che hanno incontrato il mio cinema, ai molti che hanno letto le pagine dei miei tre romanzi, agli altri ancora che hanno ascoltato le opere liriche delle mie dame straziate d’amore, Aida Traviata Butterfly. Poco meno di due anni fa ho trasferito dal cinema al teatro le Mine Vaganti a me sempre care. 
Questa volta sul palco ci sono io, io solo, ad incontrare il pubblico con il racconto della mia carriera artistica e del mio sentimento per la vita, la mia e quella degli altri. Nell’amore, nell’amicizia, nello stupore, in tutti quei gesti e luoghi illuminati dalla passione. Negli anni ho sposato molte cause all’insegna del coraggio. Coraggio. Forse in questa parola è racchiuso il senso di quello che dirò sera dopo sera. Il coraggio di inseguire i propri sogni. Il coraggio di sfidare i pregiudizi. Il coraggio di essere felici. E sperare di tornare ad esserlo di nuovo. A teatro, al cinema, ai concerti, ai musei. Ovunque.

Ferzan Ozpetek

PROGRAMMA DI SALA

RASSEGNA STAMPA