giovanni-de-medici

Giovan Carlo de’Medici

(1611/1663) Secondogenito maschio del Granduca Cosimo II e di Maria Maddalena d’Austria, fratello del Granduca Ferdinando II. Fu nominato cardinale nel 1644. Grande amante delle arti e mecenate, protesse varie Accademie dedite soprattutto alla letteratura, alla musica e al teatro, e tra queste soprattutto l’Accademia degli Immobili. Ebbe in concessione dall’Arte della Lana il terreno sul quale sorse il Teatro, del quale supervisionò ideazione e costruzione. In seguito alla sua morte fu decisa una chiusura per lutto protratta con varie motivazioni per ventisette anni.